Il sito è stato trasferito. Per conoscere gli ultimi post e aggiornamenti del blog TuttoVolume, raggiungetemi al nuovo indirizzo www.tuttovolume.net


12 gen 2009

Controllare l’integrità di un backup.

La creazione di un backup dei file importanti, è solo un passo nel prendere precauzioni e assicurarsi che i dati sensibili possono essere recuperati se qualcosa di irrecuperabile dovesse accadere al disco rigido. Tuttavia una volta che abbiamo provveduto a creare una copia di backup dei dati importanti, si ha la necessita anche di controllare che il file generato sia integro, cosa da non dare per scontato, in quanto un operazione sbagliata, ma anche un virus o una sbadataggine di un utente del computer, potrebbe rendere il file backup creato inutilizzabile o illeggibile.

La raccomandazione pertanto è quella di verificare l'integrità dei file di backup regolarmente per assicurarsi che questi possono ancora essere utilizzati per recuperare i dati in caso di necessità, perché non c’è niente di peggio che rendersi conto che un backup creato con tanta cura e conservato gelosamente, proprio al momento in cui si doveva rivelare utile, questo si presenta invece inutilizzabile.

Dopo questo breve preambolo, vado a parlarvi di File Check MD5 (gHacks), un piccolo software per Windows che è stato progettato per questo scopo. L’applicazione non ha bisogno di installazione, e può essere utilizzata per calcolare l’hash MD5 di tutti i file in una specifica cartella principale, comprese le sottocartelle. Il calcolo dell’hash MD5 verrà memorizzato in un file di testo contenuto nella stessa cartella del backup.

794

L'opzione File Check è quella che più ci interessa, è che può quindi essere usata per controllare il file di backup con l'hash MD5 del file originale al fine di garantire l'integrità dei dati.

Una interessante opzione del programma è quello di testare gli hash MD5 calcolati in precedenza, se il file di testo si trova nella stessa cartella del file eseguibile. Ecco perché il fatto che l’applicazione sia portable si dimostra utile, in quanto basterà spostare l’eseguibile del programma nella cartella del backup e controllare che tutto sia come quando lo abbiamo creato.

Argomenti Correlari:

Altri post della categoria...


0 commenti:

Posta un commento

Grazie per la vostra collaborazione, vi invito a lasciare un link del vostro blog o sito.

Blog Widget by LinkWithin